Browsing Tag:

Mele

Dulcis in fundo

Tiramisù con crema di mela e ricotta, per tenerci strette le cose che abbiamo

Appartengo alla categoria di coloro che non mangiano a quattro palmenti nei buffet e che tutti guardano straniti quando si cerca di spiegare cosa sono le intolleranze.

C’è chi fa mille domande come se avesse davanti un marziano e confonde il lattosio con le uova (“Ma allora anche la frittata ti dà problemi?”) oppure chi si addolora per la mia vita tristissima e in fondo al cuore è felice di averla scampata (“Poverina, non so come fai a vivere senza formaggio e senza pizza. Io probabilmente sarei già impazzito”), infine – i miei preferiti – chi azzarda teorie strampalate e si perde per strada (“Sei celiaca per scelta? Anche il mio vicino di casa, sai, è vegano”).

Ci sono momenti in cui mi diverto a sentire questi sproloqui, altri in cui l’insistenza e il finto compatimento mi infastidiscono davvero, perché so quanto ho sofferto e quanti sacrifici ho dovuto fare per abituarmi, da grande, ad una serie di cambiamenti radicali nella mia alimentazione. A volte, semplicemente, sto zitta e dico che non ho fame.

In cucina servono soprattutto fantasia e voglia di sperimentare. Potrei obiettare che molti non-intolleranti non cucinano affatto, mangiano malissimo e arraffano al supermercato tutte le confezioni di cibo pronto che trovano – ne conosco diversi – , ma non porterebbe a niente.

Ho trovato un equilibrio e penso che in futuro non solleverò più la mia questione personale. Cucinerò piatti rivisti e corretti per me, orgogliosa del bene che mi faccio, e se capiterà, per chi avrà voglia di guardare un po’ più lontano.

In questo autunno sospeso e incerto in cui si procede a piccolissimi passi e spesso si ha l’impressione di camminare in tondo, nella cucina del Girasole serviva un dolce,  ed ecco il tiramisù crema di mela e ricotta. Anche se le cose non sono più come prima, possiamo essere grati di quello che è rimasto e tenerlo più stretto, proprio vicino al cuore. La ricetta è tratta dalla rivista distribuita dai supermercati Naturasì, ed è buonissima! 

Continue Reading…

Dulcis in fundo

Torta di mele all’antica

Con questa ricetta partecipo alla nuova iniziativa “Mani in pasta-dolci alle mele” di Il Molino Chiavazza

Ingredienti per 4 persone

2 uova intere, tenute per 4-5 ore a temperatura ambiente
2 mele golden mature
120 g di zucchero
100 g di burro o di margarina vegetale
75 g di fecola
75 g di farina 00 o di farina di riso
3/4 di lievito chimico

Lavorate il burro o la margarina con lo zucchero e unite le uova sbattute, poi aggiungete la fecola e la farina setacciate con il lievito.

Tagliate le mele a dadini piccoli e ricoprite con esse una teglia imburrata e infarinata (si può usare anche la carta da forno). Le mele possono essere zuccherate a piacere. Uno stampo a cerniera da 24 cm di diametro è l’ideale per questa torta.
Versate l’impasto sopra le mele e ponete in forno caldo a 170° per 35/40 minuti. Non aprite il forno fino a cottura ultimata ed estraete la torta solo quando è fredda.
Servite la torta di mele all’antica capovolta, per dare risalto alla farcitura.
La versione con farina di riso e margarina vegetale, più leggera, è adatta a persone intolleranti al lattosio.
Dulcis in fundo

Torta leggera di mele e uva sultanina e fiera delle piante e animali perduti di Guastalla

Questa mattina siamo stati a Guastalla alla Fiera delle piante e animali perduti. Volevamo visitarla già dall’anno scorso e finalmente abbiamo trovato il tempo per andare. Si tratta di una mostra mercato di animali e soprattutto di piante “dimenticate” che meritano di essere riscoperte e fanno pensare a quanta biodiversità e ricchezza vengono dalla terra. Abbiamo comprato mele cotogne, melograni, sidro, piccole zucche ornamentali e sementi di pomodori antichi (Banana Legs, Poire Noire e Riccio di Romagna) che mia mamma pianterà nel suo “orto in vaso” la prossima estate.
Vi posto un po’ di foto scattate da Luca, perché possiate ammirare ciò che abbiamo visto. L’aria frizzante del primissimo autunno ha reso l’atmosfera ancora più piacevole, come il profumo di un’attesa prima del lungo sonno invernale…

Venendo alla torta di mele, è una versione molto leggera del dolce classico, dato che contiene farina di riso e l’ormai onnipresente latte di
soia. E’ adatta anche alle persone che soffrono di intolleranza al glutine. 
In famiglia ha avuto l’OK e la ripresento ogni volta che mi viene richiesta…
 
Ingredienti per 4 persone
4 mele (circa 750 g)
250 g di farina di riso
30-40 g di mandorle a lamelle (facoltative)
1-2 manciate di uva sultanina
80 ml di olio di semi di mais
2 uova
150 g di zucchero
1 bustina di lievito
120 ml di latte di soia
il succo e la buccia di un limone non trattato
Rivestite la base di una tortiera con un disco di carta forno. Sbucciate le mele, tagliatene 2 a pezzetti e le altre 2 a fettine e spruzzatele con il succo di  limone.
Ammollate l’uvetta in acqua tiepida.
Separate i tuorli dagli albumi. Con le fruste sbattete i tuorli insieme 2 cucchiai di acqua tiepida fino a renderli schiumosi, aggiungete lo zucchero e continuare a montare fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
Unite la buccia grattugiata del limone e  poco alla volta, la farina setacciata con il lievito e il sale, alternando con l’olio e il latte.
Montate gli albumi a neve fermissima e incorporateli al composto insieme ai tocchetti di mele, all’uva sultanina e, se le gradite, alle mandorle, mescolando bene. Sistemate sulla torta le fettine di mele affondandole leggermente.
Cuocere in forno per circa 30 minuti a 180° senza far seccare troppo e lasciar riposare la torta a forno spento.
Servite la torta di mele tiepida.