Browsing Tag:

Inverno

Ispirazioni/ Piatti unici/ Primi piatti

Ricette dal tempo sospeso – Zuppa di legumi e fagioli diavoli rossi dei Sibillini

In questo tempo sospeso nella paura e nell’attesa si possono fare tante cose: leggere un buon libro, scrivere, cucinare, riflettere sulla fragilità delle nostre vite.

L’epidemia ha segnato una battuta d’arresto tra un prima e un dopo.

Si farà tesoro del fatto che l’onnipotenza è illusoria o si dimenticherà tutto in fretta?

Non ho risposte certe. Nel mentre cucino e penso – penso che i medici presto o tardi troveranno un vaccino, ma sono decisamente meno ottimista sul mondo che mi circonda.

La ricetta di oggi è una zuppa di legumi che richiede tempi lunghi e offre in cambio un sapore unico.

Come per il post precedente, è tratta dal numero di gennaio della rivista “Fior fiore in cucina” Coop e rivisitata con i fagioli diavoli rossi dei Sibillini.

Abbiamo comprato questi fagioli lo scorso novembre a una fiera, tornando subito con la mente alla tappa indimenticabile del nostro viaggio tra Castelluccio e Pievebovigliana nel 2015. Sono ricordi che ancora ci riempiono di meraviglia e ci fanno male, ma speriamo di poter tornare un giorno non troppo lontano.

Continue Reading…

Ispirazioni/ Primi piatti

A volo d’ape – Risotto al Carignano del Sulcis con Parmigiano Reggiano, nocciole e maggiorana

Non c’entra niente con la ricetta di oggi, ma ho scelto l’immagine di un’ape perché amo questi insetti. Ammiro la loro laboriosità e il loro posarsi leggero di fiore in fiore, e leggo ogni articolo che le riguarda con un misto di interesse e preoccupazione per il pericolo che stanno correndo. Mi sono innamorata di Emily Dickinson iniziando con le sue poesie sulle api.

Forse i miei pensieri vengono dall’osservare questo mancato inverno, e il mutare così repentino delle stagioni negli ultimi pochi anni. Servirebbero più rispetto e molta più gentilezza per la Terra – e anche fra le persone, ma questa è un’altra storia…

Da parte mia, vi offro un pezzetto della mia cucina gentile con un risotto al Carignano del Sulcis con Parmigiano Reggiano, nocciole e maggiorana che ho tratto e rivisitato dal numero di gennaio della rivista “Fior Fiore Coop”.

La maggiorana fresca viene dal nostro giardino. Spero arriveranno tante api a fargli visita, ora che abbiamo piantato un gruppetto di rose inglesi e aspettiamo impazienti che spuntino i fiori a bulbo.

Continue Reading…

Antipasti e sfiziosità/ Contorni e dintorni

Aggiungendo un po’ di colore – Crostini al sugo scappato

Gli ultimi post che ho pubblicato giocano decisamente sui toni dell’arancione, del giallo e del verde – l’avete notato anche voi? Mi piacciono tutti e tre, ma mancano ad esempio le sfumature del viola, che adoro, o qualche macchia in più di rosa e rosso.

Forse sto attraversando un “periodo arancione” e quando sarà passato sceglierò tinte diverse – se è vero che i colori somigliano a stati d’animo, se in questi mesi ho sentito il bisogno del calore e della luce, ora è la necessità di leggermi dentro e fermarmi ad ascoltare me stessa a chiamare.

Nella tavolozza del blog allora aggiungo un altro antipasto buono per le feste, i crostini al sugo scappato.

Il piatto su cui sono appoggiati i crostini è una pennellata di blu, come un segnale in mezzo al traffico e al rumore. E la mia cucina diventa un porto per navigare lontano da qui…

Continue Reading…

Amicizia e piccole soddisfazioni/ Antipasti e sfiziosità/ Ispirazioni

Gli antipasti delle feste – Radicchio marinato al pepe rosa

Nella mia famiglia, io sono quella più avventurosa in cucina e amo sperimentare nuovi piatti. Luca mi segue, mentre i miei genitori sono più affezionati alla tradizione.

Da qualche anno, gli antipasti delle feste a casa Girasole sono l’insalata russa (memoria della nonna) le olive all’ascolana, la composta di peperoni rossi, a cui aggiungere un ottimo salame, un pezzetto di Parmigiano come si deve e il pesciolino marinato.

A metà dicembre, però, s’è affacciata un’idea nuova. Lucia, una cugina di mamma, mi ha portato in regalo un libriccino bilingue italiano-inglese con varie ricette di famiglia raccolte dalla sua amica Rosanna Ducati. Potete capire la felicità che sempre mi regala leggere in inglese, e quando si tratta di cibo poi! Ho cominciato a sfogliare e mi sono soffermata su un antipasto, il radicchio marinato. Rispetto alla ricetta originale che voleva la marinatura con tre pepi diversi, ho scelto di utilizzare il pepe rosa, più delicato.

Ho voluto osare, e ho proposto il radicchio marinato come new entry nella lista dei nostri antipasti. Tutti l’hanno trovato così buono che penso non potremo più rinunciarvi.

Ringrazio Lucia per l’illuminante volumetto e naturalmente Rosanna, anche se non la conosco di persona, e auguro Buone Feste a tutti gli amici del Girasole.

Continue Reading…

Dulcis in fundo/ Istantanee di viaggio

Pioggia sull’oceano e frittelle di polenta rivoluzionarie (ovvero: finché si cucina, c’è speranza)

Sono stata in silenzio per mesi, e il fiume del tempo ha portato tanti cambiamenti.

Sono partita per un viaggio meraviglioso alle Ebridi e ho portato a casa il ricordo del colore della pioggia sull’oceano e il profumo intenso della lana di tweed.

Ho (ri)cominciato tutto da capo in una scuola nuova e ho ritrovato il piacere di insegnare che languiva da qualche anno.

Ho aiutato Luca a piantare i bulbi che sbocceranno in primavera.

Ho scritto la seconda storia per bambini e ho conquistato tre giovanissimi lettori.

Ho avuto problemi di salute che mi hanno costretto a rivedere ancora una volta la dieta. Ora devo stare lontana dal glutine per un mese e mezzo e aspettare. Ho avuto la tentazione di buttare pentole e padelle dalla finestra, di fare lo sciopero della fame per protesta, di prepararmi un pranzo ricco di tutti i cibi proibiti per il desiderio di trasgredire. Naturalmente non ho lanciato nessun utensile e mi sono rassegnata all’attesa. Ci sono giorni in cui penso semplicemente che non è giusto, che l’intolleranza al lattosio e il colon irritabile erano sufficienti e non meritavo anche la gluten sensitivity e le restrizioni della nutrizionista. Altri giorni penso che ci sono pene peggiori, e alla fine di tutto troverò il modo di cucinare qualcosa di buono per sentirmi in pace con me stessa e smettere di litigare con quello che ho nel piatto.

Le frittelle di polenta sono opera della mia mamma. Sono rivoluzionarie perché sono un gesto d’amore nei miei confronti e mettono un punto e a capo. E insegnano che in cucina c’è sempre speranza se si impiegano fantasia e un briciolo di passione.

Buon appetito…qualunque sfida dobbiate affrontare!

 

Continue Reading…

Dulcis in fundo

Tortellini dolci di Carnevale

Per la prima volta nella storia del blog non pubblico una ricetta realizzata da me. Tranquilli, non si tratta di segreti culinari carpiti chissà dove…

Semplicemente, i tortellini dolci di Carnevale sono una tradizione di famiglia e sono arrivati già pronti nel loro vassoio, belli e buoni come non mai! L’autrice di queste meraviglie è mia mamma, alla quale va un ringraziamento speciale per i suoi insegnamenti e per tutto il supporto che mi dà. Viviamo a 35 km di distanza e non ci vediamo ogni settimana, ma i suoi consigli e le telefonate quotidiane sono parte integrante della nostra storia e non potremmo rinunciarvi per nulla al mondo!

Tornando alla ricetta, il mio tocco personale (con la supervisione dell’esperto assaggiatore Luca) è il vino di visciole. Come forse vi ho già raccontato, amo i vini dolci. Sono rimasta conquistata dal vino di visciole la scorsa estate a Sirolo, tanto che ne ho comprato subito una bottiglia al mercato dei prodotti locali.

Qui il link all’azienda

https://www.prodottidivisciola.com/brand

Ho voluto aspettare ad aprirlo per riservarlo a un dessert da grandi occasioni come i tortellini dolci.

Continue Reading…

Ispirazioni/ Piatti unici/ Primi piatti

Una calda sciarpa arancione – Zuppa speziata con carote e lenticchie rosse

Ho messo in pausa il blog per qualche mese, perché l’ispirazione latitava un po’ e il tempo non si è mostrato tanto generoso da concedermi i momenti giusti per cucinare.

La zuppa di carote e lenticchie porta ancora la data dell’anno passato e in fondo voglio lasciarla così, come una calda sciarpa arancione che ci accompagna per tutto l’inverno.

Continue Reading…

Ispirazioni/ Primi piatti

Gnocchi alla romana in rosa

Gli gnocchi alla romana sono un piatto familiare che ha accompagnato la mia infanzia e che tuttora mia mamma prepara con grande bravura.

Complice una trasmissione in TV, lo scorso anno ho sperimentato una nuova ricetta degli stessi gnocchi alla romana di casa, ma in rosa, ovvero con le rape rosse. Ho provato più volte a fotografarli e il risultato era così poco fotogenico che ho preferito rinunciare a postarli sul blog. Intanto, visto che sono piaciuti molto, avevo anche una scusa per cucinarli nuovamente!

Nel frattempo siamo stati a pranzo in un agriturismo fantastico e tra le varie portate abbiamo assaggiato un pecorino di capra “senza parole”.

Il colpo di fulmine è scattato poi scoprendo che al mercato contadino ci sono i produttori del suddetto formaggio sublime e di un grana di capra stagionato un anno che non sto a raccontarvi perché dovreste solo provarlo per capire. In un angolino della mia testa qualcosa ha fatto “click”: dovevo assolutamente apportare un’ulteriore modifica agli gnocchi, dar loro una forma regolare e chiedere a Luca di immortalarli.

Qui, il link dell’agriturismo e un articolo di giornale.

http://www.asslapecoranera.it/eno/index.php

https://gazzettadimantova.gelocal.it/mantova/cronaca/2014/02/07/news/l-idraulico-che-alleva-le-capre-1.8625937?refresh_ce

A proposito del risultato degli gnocchi alla romana…Obiettivo raggiunto – sapore squisito e colore bellissimo!

Un’ultima nota prima di passare alla ricetta: se non trovate il grana di capra, ingrediente non facilissimo da reperire, potete sostituirlo con un buon pecorino dolce o stagionato a seconda dei vostri gusti.

Continue Reading…

Piatti unici

L’insolita bagna cauda

Sulle tradizioni, si sa, non si scherza, soprattutto quando si vive lontani dal paese d’origine e i sapori parlano ancor più dei propri luoghi. Il blog “ospita” oggi un autore d’eccezione, mio marito Luca, che ha voluto scrivere personalmente la ricetta della bagna cauda, rivisitata appositamente per me in una versione particolare (con buona pace dei puristi). 

Ho trovato davvero divertente vedere Luca calarsi nei panni del foodblogger per un giorno, e leggendo la ricetta spero che sentirete il suo legame con la bella terra piemontese e vi verrà voglia di sperimentare questa bagna cauda molto, molto insolita.

Continue Reading…

Piatti unici/ Secondi piatti di carne

Tajine di manzo leggermente speziato con verdure

Complici la neve  e un forte raffreddore che solo oggi sembra dare segni di miglioramento, nella settimana l’approccio alle incombenze quotidiane è virato verso una modalità decisamente slow. Se poi aggiungiamo che a causa della neve le lezioni sono state annullate per un giorno, immaginate che le mie corse da una parte all’altra del mondo hanno preso un ritmo più rilassato e per certi versi anche più creativo.

In questo tempo bianco e sospeso, infatti, ho trovato il modo per terminare di scrivere una piccola storia rimasta chiusa in un cassetto e non vedo l’ora di leggerla alla bambina che mi ha regalato gli spunti.

Ho anche inaugurato il magnifico tajine Emile Henry, il regalo di Natale di Luca, sperimentando un nuovo tipo di cottura lenta, in tema con il mio stato d’animo. La ricetta è presa e modificata dal libricino allegato al tajine.

Continue Reading…