Antipasti e sfiziosità/ Ispirazioni

Ricordi e ricette d’archivio – Piadina casalinga (da una ricetta del magazine “Olio Carli”)

L’Olio Carli ha accompagnato la mia infanzia. Arrivava a Natale con un camioncino verde e la confezione aveva un inconfondibile profumo di saponetta all’olio d’oliva. Mi piacevano le lattine di metallo con il tappo giallo che si svitava e gli omaggi che venivano inclusi all’ordine: il mitico Ricettario Carli e i canovacci con la ricetta del pesto e delle melanzane a funghetto. Quante volte ho sfogliato il ricettario quando ero ammalata e troppo debole per prendere in mano un libro! Ogni tanto ordiniamo ancora il tonno e riceviamo un paio di volte l’anno il loro giornalino promozionale.

Capita che ci siano belle ricettine e quella di oggi è rimasta in archivio per molto tempo. Nel mentre io sto ancora seguendo la dieta gluten free ma vi consiglio di provare la piadina casalinga all’olio extravergine di oliva, è veramente buona e leggera e non somiglia lontanamente alle piadine industriali del supermercato. Nella foto le piadine vi appaiono gigantesche, e vi assicuro che lo erano…ma leggere come una nuvola!

PIADINA CASALINGA ALL’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

Ingredienti per 2 persone

250 g di farina 00

20 g di olio extravergine di oliva leggero (olio ligure o olio del Garda)

100 ml di acqua tiepida

1 pizzico di sale

1 g di bicarbonato

salumi, formaggi, verdure per riempire la piadina casalinga

Per preparare la piadina casalinga all’olio extravergine di oliva, ponete in una ciotola capiente l’olio extravergine, il sale e il bicarbonato.

Aggiungete a filo l’acqua tiepida e impastate fino a ottenere un composto omogeneo. Trasferite l’impasto sulla spianatoia o sul tavolo e continuate a impastare.

Modellate delle porzioni di impasto da 50-70 g ciascuna e fatele riposare sotto un canovaccio inumidito per circa mezz’ora.

Tirate la pasta molto sottile con il mattarello e cuocere la piadina in una padella larga per pochi minuti, girando da entrambi i lati. Cuocendosi, la piadina lieviterà molto e formerà tante bolle.

Farcite a piacere secondo la vostra fantasia, magari arrotolando la piadina. Noi avevamo riempito le nostre piadine con varie farciture:  pomodoro e mozzarella, paté di olive nere e prosciutto e parmigiano.

VINO CONSIGLIATO: Alsace AOC Riesling 2016 “Weiber” (facilmente reperibile a pochi euro in una catena della GDO) Tentiamo un abbinamento con un bianco dal discreto residuo zuccherino e dalla piacevole vena aromatica, sufficientemente persistente e di buona bevibilità. 

You Might Also Like

No Comments

Ciao!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: