Dulcis in fundo/ Istantanee di viaggio

Pioggia sull’oceano e frittelle di polenta rivoluzionarie (ovvero: finché si cucina, c’è speranza)

Sono stata in silenzio per mesi, e il fiume del tempo ha portato tanti cambiamenti.

Sono partita per un viaggio meraviglioso alle Ebridi e ho portato a casa il ricordo del colore della pioggia sull’oceano e il profumo intenso della lana di tweed.

Ho (ri)cominciato tutto da capo in una scuola nuova e ho ritrovato il piacere di insegnare che languiva da qualche anno.

Ho aiutato Luca a piantare i bulbi che sbocceranno in primavera.

Ho scritto la seconda storia per bambini e ho conquistato tre giovanissimi lettori.

Ho avuto problemi di salute che mi hanno costretto a rivedere ancora una volta la dieta. Ora devo stare lontana dal glutine per un mese e mezzo e aspettare. Ho avuto la tentazione di buttare pentole e padelle dalla finestra, di fare lo sciopero della fame per protesta, di prepararmi un pranzo ricco di tutti i cibi proibiti per il desiderio di trasgredire. Naturalmente non ho lanciato nessun utensile e mi sono rassegnata all’attesa. Ci sono giorni in cui penso semplicemente che non è giusto, che l’intolleranza al lattosio e il colon irritabile erano sufficienti e non meritavo anche la gluten sensitivity e le restrizioni della nutrizionista. Altri giorni penso che ci sono pene peggiori, e alla fine di tutto troverò il modo di cucinare qualcosa di buono per sentirmi in pace con me stessa e smettere di litigare con quello che ho nel piatto.

Le frittelle di polenta sono opera della mia mamma. Sono rivoluzionarie perché sono un gesto d’amore nei miei confronti e mettono un punto e a capo. E insegnano che in cucina c’è sempre speranza se si impiegano fantasia e un briciolo di passione.

Buon appetito…qualunque sfida dobbiate affrontare!

 

FRITTELLE DI POLENTA

Ingredienti per 6-8 persone

320 g di farina di mais fine o semifine per polenta gialla

succo di limone

250 g di uvetta ammollata

1 uovo

farina di riso q.b.

1 cucchiaino colmo di lievito per dolci

olio di semi per friggere

Per ottenere frittelle di polenta deliziose, cominciate col preparare la polenta il giorno prima per darle il tempo di asciugarsi. Se possibile, non utilizzate la polenta precotta, ma fatela voi in casa con la farina di mais, è molto più gustosa.

Il giorno successivo, ammollate l’uvetta per almeno 2 ore in acqua tiepida.

Passate la polenta al passaverdura e aggiungete il succo del limone, poi l’uvetta e l’uovo.

Unite la farina di riso per rendere l’impasto più sodo, e da ultimo un cucchiaino colmo di lievito per dolci.

Formate delle frittelle della dimensione del cucchiaino e friggete in olio ben caldo.

Servite subito, spolverizzando le frittelle di polenta con lo zucchero a velo.

You Might Also Like

No Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: