Secondi piatti di carne

Fagottini di pollo con prosciutto ed erba amara

Vi ho parlato tante volte della gioia di avere un fazzoletto di terra in cui coltivare fiori, piccoli frutti selvatici ed erbe aromatiche.

L’erba amara, o erba San Pietro, o ancora balsamita, è una delle nostre piante fortunate – una delle prime che abbiamo messo a dimora e che da subito è cresciuta bella rigogliosa, resistente e forte.

Non l’avevo mai provata prima in cucina, anche se nella zona dell’Alto Mantovano, a Castel Goffredo, si tiene da anni la festa del Tortello Amaro, una pasta ripiena riconosciuta prodotto alimentare tradizionale dalla regione Lombardia. Diciamo sempre di andare e alla fine a giugno siamo pieni di impegni scolastici…ma prima o poi riusciremo ad andare alla festa e ad assaggiare i piatti a base di erba amara!

Nel frattempo ho sperimentato l’erba amara nei muffin al cioccolato e nella ricetta che vi presento oggi. Per i muffins si dovrà aspettare visto che non sono risultati molto fotogenici, i fagottini di pollo invece sono qui.

Dimenticavo – non fatevi spaventare dal nome…l’erba amara ha un meraviglioso sentore di menta che dà un tocco speciale alle pietanze.

Vi lascio anche il link della festa di Castel Goffredo con tutte le informazioni. Buon appetito e buona lettura!

http://www.tortelloamaro.it/la-festa/

FAGOTTINI DI POLLO CON PROSCIUTTO ED ERBA AMARA

Ingredienti per 4 persone

400 g di petto di pollo

150 g di prosciutto cotto

10 foglie di erba amara

quattro cucchiai di latte di soia o delattosato

due manciate abbondanti di Parmigiano Reggiano

farina di riso

olio evo

vino bianco

sale

Battete le fettine di petto di pollo e se sono troppo grandi riducetele in modo da poter formare degli involtini.  Passate le fettine nella farina di riso.

Preparate il ripieno dei fagottini.

Tritate finemente il prosciutto cotto e le foglie di erba amara ben lavate e asciugate. Ponete il prosciutto e l’erba amara nel minipimer insieme al latte e a un pizzico di sale.

Azionate il minipimer e frullate fino a ottenere una salsa omogenea, che verserete in una ciotola, unendo poi il Parmigiano Reggiano.

Riempite i fagottini con il composto e legateli con lo spago da cucina.

Scaldate l’olio evo in una padella e rosolatevi gli involtini, dapprima a fuoco medio, poi a fiamma più dolce. Aggiungete il vino a metà cottura.

Può darsi che il ripieno dei fagottini tenda a fuoriuscire in cottura perché rimane un po’ liquido – niente paura, nella padella si formerà una salsina molto gustosa che darà ancor più sapore al piatto.

Vino consigliato: Ruché di Castagnole Monferrato DOCG 2014 “Bersano”

Serve un vino con una buona acidità di fondo per controbilanciare i sentori grassi del prosciutto, ma anche morbido, per arrotondare la sapidità dell’erba amara. Tentiamo quindi un abbinamento singolare con un rosso molto particolare, che deriva dalla vinificazione di uve semiaromatiche, il Ruché di Castagnole Monferrato. Naso di fiori, viola in particolare, con un’importante nota di ciliegia matura. Moderatamente speziato in bocca, di medio corpo e di buona beva.

You Might Also Like

No Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: