Browsing Tag:

memorie

Secondi piatti di pesce

Arrivi e partenze

E’ un periodo magico e pieno di capovolgimenti questo a un mese dalle mie nozze. Arrivi e partenze sul blog quindi, anche se mi sono sempre sentita un po’ nomade nella vita – arrivo di un evento nuovo che cambierà gli sguardi, partenza per un viaggio non solo fisico inteso come la luna di miele in Islanda. Mi sento curiosa, filosofica, elettrica. Intanto cucino quando posso. E vi ringrazio se seguirete il filo intricato dei miei  pensieri…



FINTO PESCE (ricetta “storica” della mia amica Cristiana)

Ingredienti per 4 persone

1 kg di patate
2 scatolette di tonno medie
3 cucchiai di maionese, anche di soia o di riso
una manciata di capperi sotto sale
tre cetriolini sottaceto

Cuocete le patate, sbucciatele e passatele al passaverdura come a fare un purè. Preparate un trito con il tonno pestato, i cetriolini e i capperi ben lavati dal sale.
Aggiungete il trito alle patate e legate il tutto con la maionese – dovrete ottenere un impasto morbido ma non liquido. Aggiustate di sale se necessario.
Date la forma di una cupola o di un finto pesce all’impasto e servite accompagnato da verdure cotte come fagiolini o zucchine scottate.
Contorni e dintorni

Melanzane al gratin…con i fiori

Buon pomeriggio a tutti. Qui si alternano nuvole e sole ma la mia cucina è in piena luce. Il mercoledì sono libera dagli impegni di lavoro e preparo sempre qualcosa di diverso. Avevo anche due rami di quelli che considero tra i miei fiori preferiti a fare da cornice e “dovevo” per forza trovare un’idea! Ho rispolverato una ricetta con il lattosio e le ho messo un vestito nuovo. 
Vorrei potervi mandare anche solo un soffio del profumo di questi meravigliosi lillà insieme al mio piatto…
 
Ingredienti per 4 persone
2 melanzane rotonde medie
due confezioni di formaggio spalmabile di soia (circa 250g)
due manciate abbondanti di uva passa
un cucchiaio di pinoli
pane grattugiato
Tagliate le melanzane a piccole fette rotonde e fate perdere il liquido amaro cospargendole di sale grosso e coprendole con un peso. Dopo circa trenta minuti, scolatele e grigliatele. Lavorate il formaggio spalmabile con un cucchiaio e aggiustate di sale. Ammollate l’uvetta nell’acqua calda e tostate i pinoli in un padellino. Mettete il pane grattugiato in una scodella per averlo a portata di mano.
Spalmate il ripieno di formaggio su una fettina di melanzana, cospargete con uvetta, pinoli e pane grattugiato e richiudete con l’altra melanzana come se si trattasse di un sandwich. Completate con un altro po’ di uvetta, pinoli e pane in superficie.
Continuate fino a esaurimento degli ingredienti e da ultimo bagnate i sandwich con un filo d’olio. Infornate per una ventina di minuti fino a che il pane grattugiato non avrà formato una leggera gratinatura.
Antipasti e sfiziosità

Insalata russa in viola


















L’insalata russa è un ricordo di famiglia, in particolare della mia nonna paterna che non mancava mai di cucinarla nelle occasioni importanti. Io al tempo andavo pazza per la sua maionese fatta in casa e mangiavo per ultime le verdure.

Partendo da questo piatto lontano, ma ben presente nella memoria, ho pensato a una versione moderna e più colorata. Credo che mia nonna sarebbe contenta dell’eredità culinaria che mi ha lasciato e sorriderebbe se le parlassi della mia insalata russa in viola!
 
Ingredienti per 4 persone
Per la maionese fatta in casa
un uovo
un pizzico di sale
alcune gocce di succo di limone
250 g di olio
Per le verdure
 
due carote viola non troppo grandi
una carota arancione media
una manciata di piselli
una patata piccola
Mettete l’uovo intero, si raccomanda a temperatura ambiente, nel bicchiere del minipimer, aggiungete il sale e il limone e frullate per 30 secondi. Cominciate ad aggiungere l’olio a filo, sempre frullando brevemente dal basso verso l’alto, fino a che la salsa non si addenserà.
I libri di cucina dicono che se la maionese è pronta, un cucchiaio dovrebbe poter stare in piedi nel recipiente, io non ho provato ma tutto è andato bene ugualmente.
Lessate i piselli, le carote e la patata e tagliateli a dadini, tenendone da parte un po’ per la decorazione finale.
Ponete la maionese in una ciotola insieme alla verdure e lasciate riposare per almeno un’ora così che i sapori non risultino “staccati”.
Se vi piace, potete modellare l’insalata russa a forma di cupola su un piatto una volta pronta, e servirla con le verdure rimaste.
Antipasti e sfiziosità

Cestini in rosa e arancio

Certe ricette si perdono nel tempo e diventano di casa, parlano di noi, ieri. I cestini di pompelmo sono stati proprio una delle prime ricette che ho proposto ai miei ospiti appena sono andata a vivere da sola, con poca esperienza di cucina e tanta fantasia a condire i piatti. Nella versione originale erano previste panna e zafferano, ma le ho tralasciate e oggi posso sorridere pensando a quante cose sono cambiate in questi sei anni, anche se la voglia di cucinare è sempre la stessa, anzi va aumentando!
Ingredienti per 2 persone
2 pompelmi rosé
2 cucchiai abbondanti di maionese di soia
100 g di gamberetti boreali surgelati
alcuni anelli di cipolla
un goccio di vino bianco
sale
2 foglie di alloro per decorare
Tagliate a metà i pompelmi e svuotate le calotte, tenendo da parte la polpa e il succo.
Lessate i gamberetti in acqua bollente, poi passateli rapidamente in padella con gli anelli di cipolla, il sale e il vino bianco per insaporire.
Tritate la polpa dei pompelmi e ponetela nel minipimer insieme ai gamberetti e al succo: otterrete così una crema morbida.
Legate la crema con due cucchiai di maionese di soia, riempite le calotte e servite a temperatura ambiente con le foglie di alloro come decorazione.
Dulcis in fundo

Torta di mele all’antica

Con questa ricetta partecipo alla nuova iniziativa “Mani in pasta-dolci alle mele” di Il Molino Chiavazza

Ingredienti per 4 persone

2 uova intere, tenute per 4-5 ore a temperatura ambiente
2 mele golden mature
120 g di zucchero
100 g di burro o di margarina vegetale
75 g di fecola
75 g di farina 00 o di farina di riso
3/4 di lievito chimico

Lavorate il burro o la margarina con lo zucchero e unite le uova sbattute, poi aggiungete la fecola e la farina setacciate con il lievito.

Tagliate le mele a dadini piccoli e ricoprite con esse una teglia imburrata e infarinata (si può usare anche la carta da forno). Le mele possono essere zuccherate a piacere. Uno stampo a cerniera da 24 cm di diametro è l’ideale per questa torta.
Versate l’impasto sopra le mele e ponete in forno caldo a 170° per 35/40 minuti. Non aprite il forno fino a cottura ultimata ed estraete la torta solo quando è fredda.
Servite la torta di mele all’antica capovolta, per dare risalto alla farcitura.
La versione con farina di riso e margarina vegetale, più leggera, è adatta a persone intolleranti al lattosio.
Ispirazioni

Eccomi qua…

Oggi non pubblico nessuna ricetta nel blog, ma questa foto che parla un po' di me e del mio mondo. 
C'è stato un altro compleanno, per una volta senza bilanci amari, anzi con la voglia di guardare ai progetti futuri che mi attendono, e un mazzo di girasoli fra i regali ricevuti. E' tutto ancora da scrivere, e per ciò che è già stato scritto non vi sono rimpianti.
A presto con nuovi piatti...
CONSIGLIA Embossed cookies