Subscribe & Follow

Contorni e dintorni

Pomodori ripieni alla provenzale e tentativi di dieta

I mesi di isolamento, privati della possibilità di uscire, hanno lasciato in eredità qualche chilo in più di cui liberarci. Io e Luca non siamo propriamente a dieta, ma cerchiamo di camminare molto e di limitare le quantità senza rinunciare a qualcosa di buono – anche perché non riesco a stare lontana dalle mie pentole troppo a lungo…

L’estate è il regno dei pomodori e penso di averli cucinati in tutti i modi immaginabili: pomodorini confit, ripieni di riso o di yogurt, in insalata, nella pasta, sulle bruschette… Mancavano i pomodori alla provenzale  in effetti! Ho scoperto dalla rete che si chiamano così, ma a casa li chiamiamo da sempre “pomodori gratinati” e la ricetta, con alcune piccolissime modifiche, è quella di mia mamma. Sono ottimi, superleggeri e spariscono in un baleno! Continue Reading…

Ispirazioni/ Primi piatti

Ancora un po’ d’estate – Risotto alle fragole con grana di capra

L’estate regala i suoi ultimi giorni di sole e libertà e voglio salutarla con il rosso di queste belle fragole, prima di tuffarmi negli impegni scolastici e in un nuovo anno pieno di incognite.

E allora, che risotto alle fragole sia! Il grana di capra impreziosisce il piatto e regala al risotto un contrasto interessante tra la dolcezza dei frutti e il gusto sapido del formaggio.

In un post di qualche tempo fa (gnocchi alla romana in rosa) vi avevo parlato dell’allevamento di capre nel paesino di Quingentole e del signor Ghizzoni che crea prodotti meravigliosi, qui sotto vi riporto l’articolo, così potete sognare…Naturalmente se non si ha a disposizione il grana di capra si può optare per un ottimo pecorino toscano o su un altro formaggio ben stagionato

https://gazzettadimantova.gelocal.it/mantova/cronaca/2014/02/07/news/l-idraulico-che-alleva-le-capre-1.8625937?refresh_ce

Continue Reading…

Secondi piatti di carne

Involtini di tacchino con zucchine e pomodori secchi…e cinque anni di blog

Eh già, sono passati cinque anni da quando il Girasole è approdato nel mondo dei blog.

Rispetto ad allora, mi sembra tutto molto più vorticoso e anche se questo spazio è cresciuto – sono migliorate tantissimo le foto grazie a Luca che si è messo a “studiare” e ha comprato alcuni obiettivi più adatti, la grafica ha un aspetto che mi è congeniale, io ho aggiunto un altro problema alimentare – mancano del tutto i commenti e gli scambi con le altre foodbloggers.

Sono tornata diverse volte sull’argomento e non ho risposte. Forse tutto ciò è colpa mia, che vado lenta in un mondo velocissimo e mi adatto alle nuove tecnologie con il contagocce, forse i blog sono troppi e non resta tempo per farci un salto e lasciare un sorriso.

ll Girasole però è un fiore tenace e continua con le sue chiacchiere e i suoi post!

Oggi in tavola ho servito gli involtini di tacchino con zucchine e pomodori secchi…et voilà le foto e la ricetta

INVOLTINI DI TACCHINO CON ZUCCHINE E POMODORI SECCHI

Ingredienti per 2-3 persone

300 g di petto di tacchino (4 belle fettine)

una zucchina piccola

2 pomodori secchi sott’olio

un cucchiaio di Parmigiano Reggiano

una manciata di farina di riso

sale

olio evo

5 pistacchi non salati per guarnire

Battete le fettine di tacchino e ricavatene una quindicina di rettangoli con i quali formerete gli involtini, o meno se desiderate involtini più consistenti.

Passate le fettine nella farina di riso.

Cuocete la zucchina e riducetela a dadini piccolissimi, tritandola insieme ai pomodori secchi.

Versate il composto in una ciotola e aggiungete il Parmigiano Reggiano.

Aggiustate di sale.

Riempite i rettangoli di carne con il composto di zucchine, pomodori e Parmigiano Reggiano e fermate gli involtini con uno stuzzicadenti.

Se rimane del composto, lo potrete cuocere insieme agli involtini per formare un sughetto.

Ungete una padella con un filo di olio extravergine di oliva e un cucchiaio di acqua.

Ponete gli involtini nella padella a fuoco dolce, eventualmente con il composto rimasto, e cuocete per una decina di minuti a fuoco dolce.

Mettete un altro pizzico di sale.

Completate il piatto con i pistacchi tritati e con il composto rimasto appena prima di servire.

Contorni e dintorni

Verdure, verdure, verdure – Teglia di zucchine, patate e carote


Nella cucina del Girasole non mancano mai le verdure. Ne mangiamo in quantità e cerco sempre nuovi modi di prepararle. 

La teglia di zucchine, patate e carote richiede un po’ di lavoro per mondare gli ortaggi, ma è semplice da realizzare e porta in tavola un contorno solitamente molto apprezzato dai commensali.

Il tocco personale è nella mia santoreggia coltivata a km 0, che conferisce al piatto un sapore aromatico davvero piacevole.

Continue Reading…

Antipasti e sfiziosità/ Ispirazioni/ Istantanee di viaggio/ Secondi piatti di pesce

Un girasole in viaggio – Quattro passi in Val Maira

I mesi difficili appena trascorsi e l’incertezza del futuro ci hanno portato alla scelta di vacanze vicine a casa. Abbiamo amato una volta di più Matera e i paesi della Basilicata (cui dedicherò un post a parte), e ho accettato la proposta di Luca di trascorrere alcuni giorni in montagna, a metà tra la curiosità e la perplessità, dato che da sempre ho nel cuore il mare.

Che dire? La Val Maira è bellissima! Ho ancora negli occhi i prati pieni di fiori, le vette imponenti, le chiesette sparse nei piccoli borghi, con i loro affreschi a raccontare la storia di luoghi un tempo crocevia di commerci e pullulanti di vita.

Abbiamo soggiornato alla locanda “La Marmu” di Marmora (il loro sito è https://la-marmu.it/ ) e ci siamo trovati molto bene. La ricetta che posto oggi è ispirata ad un piatto assaggiato proprio là, il tortino di trota e patate, che può essere servito come antipasto o come secondo. 

Continue Reading…

Contorni e dintorni/ Secondi piatti di carne

Coniglio marinato al limone e maggiorana con asparagi arrosto (e il fascino delle parole dimenticate)

“Pietanza” è una di quelle parole che si sentono poco, e per questo mi piace ancora di più.

Il dizionario indica in particolare un piatto preparato come seconda portata.

Penso che dovremmo fare qualcosa per proteggere i termini che vanno scomparendo e riportarli al loro antico splendore, anche soltanto pronunciandoli ogni tanto per apprezzarne la bellezza – un po’ come si fa con gli oggetti fragili da ammirare e trattare con cura. 

A parte la deformazione professionale di un’insegnante di lingue e il fascino che nutro per le parole, oggi a Casa Girasole ho preparato dei bocconcini di coniglio marinati al limone e maggiorana e li ho accompagnati con asparagi arrosto: la pietanza con verdure più buona di sempre (cit. Luca).

Tanto per restare in tema, ho servito il coniglio e gli asparagi in un vecchio piatto da portata di mia nonna dal gusto retrò, ed era tutto così delizioso che alla fine il piatto risplendeva…perfettamente vuoto.

Continue Reading…

Dulcis in fundo

Muffins con cacao e geranio alla rosa

Le erbe aromatiche sono di grande aiuto nella cucina del Girasole.

Santoreggia, timo, erba amara, maggiorana, melissa, dragoncello e menta di vario tipo danno nuovo sprint a piatti altrimenti ordinari e aggiungono note di colore.

Lo scorso anno, nell’azienda agricola in cui facciamo incetta di erbe, siamo stati attratti da un curioso tipo di geranio edibile e dal soave profumo di rosa.

Ho sempre visto i gerani sui balconi – mia nonna ne aveva di bellissimi quando ero piccola – e non nutrivo grande trasporto per queste pianticelle, ma il geranio alla rosa mi ha fatto cambiare idea! In sé come pianta non è tra le più appariscenti e produce piccoli fiori rosa abbastanza modesti, ma se mai proverete a odorarlo o a strofinarvi leggermente una mano con le sue foglie, sarà come entrare in una profumeria lussuosa. E avere capito bene: le foglie si man-gia-no!

Ne ho ricavato un delizioso sciroppo da bere fresco nelle sere d’estate, e i muffins con cacao e geranio alla rosa che vi presento oggi. Ora che l’estate è arrivata, tra un temporale e l’altro, si possono gustare entrambi.

Continue Reading…

Primi piatti

Gnocchi in abito primaverile con asparagi, vongole e zafferano

Gli gnocchi sono uno dei piatti preferiti di Casa Girasole e li ho riadattati in versione “free” come le crepes di grano saraceno di cui vi ho parlato qualche ricetta fa. A poco a poco, l’elenco dei cibi preparati in modo tollerante si allunga e fioccano le idee.

Durante la quarantena, nei pochi momenti liberi da videolezioni e altre amenità regalate dalla didattica a distanza, ho anche deciso di trascrivere molti dei miei pasticci in un quadernino secondo l’ordine di gradimento. Per il momento il progetto procede a piccoli passi ma conto di migliorare. Sul quaderno è entrata a pieno titolo la ricetta dei gnocchi: sono senza un sacco di ingredienti, eppure sono buonissimi. Li ho conditi con un bell’abito primaverile: un sughetto gourmet a base di asparagi, vongole, zafferano e una bella spolverata di nocciole. 

Continue Reading…

Amicizia e piccole soddisfazioni/ Antipasti e sfiziosità/ Ispirazioni

La primavera, là fuori – Margherite salate con farina di lenticchie rosse

Una delle cose di cui abbiamo più sentito la mancanza durante l’isolamento è stata il nostro giardino. Osservare la natura ci avrebbe forse aiutato a trovare una nota positiva nel silenzio dell’isolamento e a dedicarci alla cura di qualcosa di vivo, mentre fuori dai suoi confini si consumavano dolori e separazioni. Invece abbiamo abbandonato fiori e piante al loro destino più di due mesi fa, domenica 8 marzo.

La primavera è arrivata da un pezzo, noi abbiamo imparato a diventare professori supertecnologici per i quali le piattaforme non hanno più segreti, i nostri alunni sono cresciuti. Ci siamo persi la fioritura dei tulipani e quella della magnolia, troppi film al cinema e una quantità di vita che nessuno più ci ridarà indietro.

Nel frattempo, si resiste e si prova a credere di nuovo nel domani. Le margherite salate con farina di lenticchie rosse sono ancora una volta il frutto di un esperimento, sempre sulla strada del senza glutine, perché guai a cedere allo sconforto, almeno in cucina deve splendere un raggio di sole!

Devo ringraziare Sara del blog “Ortaggi che passione” perché la sua base per la torta salata è favolosa e in fondo ho solo trasformato e fatto sbocciare la ricetta

https://blog.giallozafferano.it/ortaggichepassionebysara/base-per-torta-salata-senza-glutine/

Partendo da questa base, in pochi passaggi avrete un antipasto perfetto per conquistare tutti i palati, celiaci o tolleranti che siano.

Continue Reading…

Amicizia e piccole soddisfazioni/ Ispirazioni/ Piatti unici/ Primi piatti

Storia delle mie tre vite – Crepes di grano saraceno con borragine e ricotta al latte di mandorla

In questi sei mesi di dieta ho dovuto reinventarmi per la seconda volta un regime alimentare che rispettasse le intolleranze alimentari al lattosio e al glutine. Se faccio i conti, sono alla terza vita alimentare (ma speriamo di non doverne avere 7 come i gatti): onnivora, poi senza lattosio, infine senza glutine. Tralascio il mal di pancia e i dolori che hanno costellato i passaggi da una fase all’altra.

Come vi scrivevo in un post di qualche mese fa, ho preso di petto la situazione e ho messo tutto il mio impegno per non considerarla un limite. Ci sono stati esperimenti fallimentari – ad esempio non sono riuscita a ricreare una pizza decente e nemmeno somigliante a quella vera – e altri tentativi di successo, come gli gnocchi con la farina di riso, davvero deliziosi. Ormai Luca è un esperto panificatore e il pane senza glutine con i semi di finocchio non ha niente da invidiare all’originale. La nostra macchina del pane si chiama Cesarina ed è la nostra fida aiutante per sfornare pagnotte gustose.

Tra pochi giorni dovrei tentare un cauto ritorno introducendo una piccola quantità di glutine: ci credete che sono in ansia per i risultati e ho paura di fare un passo falso? La gluten sensitivity non se ne andrà e preferisco camminare lentamente.

Veniamo alla ricetta di oggi, frutto di vari rimaneggiamenti e ispirazioni. Ho adattato la versione delle crepes con il grano saraceno del corso di cucina naturale frequentato anni fa e mi sono ispirata anche alla ricetta sul sito della Galbani. In più, ho riempito le crepes con della borragine che avevo nel congelatore e soprattutto la meravigliosa ricotta senza lattosio di Welda del blog “Cioccolato e Liquirizia”

https://cioccolatoeliquirizia.it/2019/08/24/ricotta-con-latte-di-mandorle/

Sfido chiunque non sia intollerante a provare la ricetta e a dirmi se mangiando queste crepes si è sottoposto a un gran sacrificio…il sacrificio sarà pensare che le crepes sono terminate, e si dovrà aspettare il prossimo giro.

Continue Reading…